a cura di C. Nicora – FIASO e IRCCS Istituto Nazionale Tumori Milano

Abstract del capitolo:

L’oncologia sta vivendo un momento di grande innovazione dato dallo sviluppo di nuove opportunità terapeutiche associate alle nuove possibilità diagnostiche, ma i due anni di pandemia hanno introdotto una drastica spinta in avanti sia nel modo di fare ricerca che nel modo di fare assistenza ai pazienti di area oncologica., introducendo la possibilità per il paziente di iniziare a curarsi a casa o il più vicino alla propria abitazione grazie agli sviluppi dei primi servizi di televisita e telemonitoraggio con continuità di rapporto con gli specialisti e/o MMG.

In Italia i pazienti oncologici sono oltre 3,5 milioni, rappresentano una domanda rilevante del nostro SSN e si caratterizzano per bisogni assistenziali molto diversi che vanno dall’alta intensità fino ad esigenze di tipo socio-sanitario. Occorre pertanto riorganizzare l’intera oncologia, oggi prevalentemente ospedaliera, prevedendo nuovi setting assistenziali territoriali con la delocalizzazione di alcuni trattamenti delle cure oncologiche, fino al domicilio protetto e assistito del paziente con la home care, home delivery e con il potenziamento su tutto il territorio nazionale delle cure sintomatiche e palliative.

Con il PNRR si presenta una opportunità da non perdere per l’oncologia  per la spinta allo sviluppo della medicina territoriale che sempre di più occorre riempire di contenuti e di funzioni nei nuovi luoghi di cura che si stanno costruendo, rivedendo organizzazione, attività e figure professionali coinvolte.

Le Reti Oncologiche sono certamente una leva organizzativa favorevole anche per lo sviluppo dell’assistenza territoriale e devono rappresentare la prima porta di ingresso del malato oncologico nel sistema per la sua presa in carico globale.

La sanità digitale non è mai stata attivata nel sistema sanitario italiano. L’emergenza sanitaria causata dalla pandemia ha fatto sì che la telemedicina si affacciasse con determinazione in tutti i sistemi sanitari regionali, mostrando tutte le potenzialità di questi sistemi non solo per il Covid. Nel caso dei pazienti oncologici la sanità digitale dovrà giocare un ruolo vincente nel processo di territorializzazione delle cure per i pazienti con malattia cronicizzata.

Scarica il capitolo integrale in PDF:

Icona
14° Rapporto - Capitolo 3

Innovazione in oncologia: non solo terapia, ma sfida per le Aziende sanitarie